Nuovo studio francese: mangiare biologico riduce il rischio di cancro

Scegliere alimenti biologici dà i suoi frutti: chi mangia bio può vedere scendere rischio di diagnosi di tumore anche del 25%, almeno secondo uno studio realizzato dall’istituto francese INRA (Istituto Nazionale per la Ricerca Agronomica) e pubblicato su “Jama Internal Medicine”.

L’indagine, realizzata su 70.000 persone seguite per sette anni attraverso dei questionari, ha evidenziato un legame statistico tra il consumo di questo tipo di prodotti e un minor rischio di tumori. Per il ricercatori a spiegare il risultato potrebbe essere il ruolo dei pesticidi ma anche una maggiore propensione ad uno stile di vita sano tra i consumatori bio.

Secondo i dati, rilevati tenendo conto dei diversi fattori associati al rischio tumorale, i grandi consumatori di biologico hanno un quarto delle possibilità di vedersi diagnosticare un cancro rispetto a chi ne consuma di meno. Ciò vuol dire che nei consumatori “residuali” di bio si registrano 6 casi di tumore in più ogni 1000 persone. Le riduzioni maggiori si registrano per cancro al seno nelle donne in menopausa e nei linfomi. I ricercatori francesi sottolineano che sono necessari ulteriori studi per una conferma dei risultati, ma che l’invito al consumo di alimenti biologici potrebbe rivelarsi una buona strategia di prevenzione.

(Fonte: Adnkronos)

Qui l’articolo che presenta lo studio sulla rivista ‘Jama Internal Medicine’.
https://jamanetwork.com/journals/jamainternalmedicine/article-abstract/2707948