Gli Eco-Schemi della nuova PAC 2023-2027: prospettive e opportunità per il Biologico

Gli Eco-Schemi della nuova PAC 2023-2027: prospettive e opportunità per il Biologico

L’Associazione ITACA, in collaborazione con ICEA, chiude il ciclo di webinar 2021 con un seminario a cura del prof. Angelo Frascarelli dell’Università degli Studi di Perugia, che illustrerà le prospettive per il settore biologico previste dalla nuova PAC.

Il seminario costituisce anche un’importante base di partenza per la nuova serie di seminari programmati per il 2022 che tratteranno temi di interesse specifico per gli operatori e i professionisti che operano in questo settore.

Clicca qui per Iscriverti

Il Green Deal Europeo prevede di raggiungere la neutralità climatica dell’unione europea entro il 2050; ridurre le emissioni di CO2 ed eliminare dall’atmosfera quella presente; sviluppare un’economia circolare fondata sull’utilizzo di fonti rinnovabili; sviluppare una transizione verde ed equa.

Nel maggio 2020 la Commissione ha adottato la sua proposta di strategia dell’UE sulla biodiversità per il 2030. L’obiettivo della strategia è riportare la biodiversità in Europa su un percorso di ripresa entro il 2030, con conseguenti benefici per le persone, il clima e il pianeta.
Le azioni previste dalla strategia comprendono il rafforzamento delle zone protette in Europa e il ripristino degli ecosistemi degradati attraverso il potenziamento dell’agricoltura biologica, la riduzione dell’uso e della nocività dei pesticidi e il rimboschimento.
Nell’ottobre 2020 il Consiglio “Ambiente” ha adottato conclusioni sulla biodiversità, approvando gli obiettivi della strategia dell’UE sulla biodiversità per il 2030. Hanno ribadito la necessità di integrare pienamente gli obiettivi in materia di biodiversità in altri settori, come l’agricoltura, la pesca e la silvicoltura, e di garantire un’attuazione coerente delle misure dell’UE in questi settori.

A fine maggio 2020 la Commissione europea ha pubblicato anche l’attesa strategia “Farm to Fork”, come parte importante dell’European Green Deal.

Tra gli obiettivi fondamentali ce ne sono alcuni che si riflettono anche nella Strategia per la biodiversità. Ad esempio:

  • ridurre del 50% dell’uso di pesticidi chimici entro il 2030;
  • dimezzare la perdita di nutrienti, garantendo al tempo stesso che la fertilità del suolo non si deteriori. In questo modo si ridurrà di almeno il 20% l’uso di fertilizzanti entro il 2030;
  • ridurre del 50% le vendite totali di antimicrobici per gli animali d’allevamento e di antibiotici per l’acquacoltura entro il 2030;
  • trasformare il 25% dei terreni agricoli in aree destinate all’agricoltura biologica entro il 2030.

Gli obiettivi della strategia “Farm to Fork” sono inoltre:

  • garantire la sicurezza dell’approvvigionamento alimentare e alla sicurezza degli alimenti;
  • garantire alimenti in quantità sufficiente, nutrienti e a prezzi accessibili entro i limiti del pianeta;
  • garantire la sostenibilità della produzione alimentare, tra l’altro riducendo in modo sostanziale l’uso di pesticidi, antimicrobici e fertilizzanti e potenziando l’agricoltura biologica;
  • promuovere un consumo alimentare e regimi alimentari sani più sostenibili;
  • ridurre le perdite e gli sprechi alimentari;
  • combattere le frodi alimentari nella catena di approvvigionamento;
  • migliorare il benessere degli animali;
  • garantire la competitività dell’agricoltura dell’UE a livello mondiale.

Il seminario consentirà di approfondire quali sono gli obiettivi della PAC post 2021 e gli strumenti della PAC 2023-2027 che apporteranno un contributo di rilevanza fondamentale per l’ottenimento degli obiettivi fissati dal Green Deal.