COSMESI BIOLOGICA E NATURALE: certificazione COSMOS ed Economia Circolare verso un uso efficiente delle risorse

Bologna, 15 Marzo 2019 – h 14:00 – 16:30

COSMOPROF – SALA ARMONIA, 1° piano

Economia circolare è un termine generico per definire un sistema economico di scambio e produzione che, in tutti gli stadi del ciclo di vita del prodotto, ha lo scopo di massimizzare l’efficace utilizzazione delle risorse e diminuire l’impatto sull’ambiente riutilizzando i materiali in successivi cicli produttivi e riducendo al massimo gli sprechi.

Economia circolare e sostenibilità sono oggi punti di riferimento importanti anche dell’industria cosmetica.

La sfida del settore è sviluppare prodotti che favoriscano l’utilizzazione di risorse naturali limitando l’impatto ambientale su tutto il ciclo di vita del prodotto, progettare uno sviluppo sostenibile a partire dalla formula, l’imballaggio fino alla sensibilizzazione del consumatore.

Aziende virtuose e organizzazioni attive su tali temi hanno sviluppato e promosso prodotti formulati con ingredienti ottenuti da fonti rinnovabili e sostenibili, biologici, biodegradabili, prodotti chimici realizzati seguendo i principi della chimica verde.

L’imballaggio detiene inoltre un posto fondamentale nell’universo cosmetico sia per la sua funzione protettiva che estetica e impatta in modo consistente nel ciclo di vita del prodotto. L’ottimizzazione del profilo ambientale sul packaging mira a ridurre l’impatto dei materiali, il peso e il volume, aumentare invece la biodegradabilità e il riciclo.

ICEA, socio fondatore dello Standard Cosmos per la certificazione dei prodotti cosmetici, porta avanti da più di 10 anni questi concetti, traducendoli in requisiti concreti e verificati, apprezzati dalle aziende cosmetiche certificate.

Relatori del convegno

Orsini Dr. Giuseppe Dodaro è il responsabile del settore Capitale Naturale, Infrastrutture Verdi, Agricoltura della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, centro di ricerca e think-tank da molto tempo impegnata nella realizzazione di attività a supporto dello sviluppo dell’economia circolare in Italia. Si occupa prevalentemente di progetti di ricerca e attività tecniche rivolte al coinvolgimento delle imprese in iniziative di tutela e valorizzazione del Capitale Naturale e all’avvio di esperienze innovative di green economy all’interno di Aree Protette ed altri territori a elevata valenza ambientale.

Fava Prof. Fabio Fava, professore ordinario di Biotecnologie industriali ed ambientali presso la Scuola di Ingegneria dell’Università di Bologna dal 2005, ha oltre 150 pubblicazioni internazionali nei settori della Bioeconomia, nei quali ha coordinato/partecipato a 9 progetti Europei FP7 e a molte altre iniziative di ricerca ed innovazione. E’ il Rappresentante italiano nel Working Party on Biotechnology, Nanotechnology and Converging Technologies del OCSE/OECD (Parigi) e in diversi panels della Commissione Europea (Brussels) , dove è il Rappresentante del Governo italiano nel comitato di programma Bioeconomy (Societal Challenge 2) di Horizon2020, nello States Representatives Group della Public Private Partnership Biobased Industry (PPP BBI JU).

Croce Dr. Beppe Croce è direttore e socio fondatore dell’associazione Chimica Verde Bionet (www.chimicaverde.it), costituita con Legambiente e altri partner scientifici per promuovere le materie prime di origine vegetale per usi non alimentari. E’ inoltre presidente e socio fondatore di Federcanapa (www.federcanapa.it)  e membro della Presidenza del Comitato Scientifico di Legambiente. Ha lavorato per molti anni sui temi di innovazione tecnologica e organizzativa e sui temi dell’agroecologia.  E’ coautore dei libri “La terra che vogliamo – il futuro delle campagne italiane” (edizioni Ambiente 2013) e “Bioeconomia – la chimica verde e la rinascita di un’eccellenza italiana” (edizioni Ambiente 2015)

Portopapa Dr. Antonio Portopapa , laureato in Ingegneria Chimica al Politecnico di Torino, nel 1986 è assunto dal gruppo Eni nel settore degli Elastomeri di EniChem. L’esperienza sul campo maturata in vari ambiti della funzione commerciale, dall’assistenza tecnica al marketing e, infine, alle vendite dei vari polimeri, gli consentono di ricoprire posizioni di responsabilità nell’area commerciale sia in Italia che all’estero. Dal 2008 al 2012 è Direttore Commerciale Polimeri di Polimeri Europa S.p.A. (oggi Versalis). Il 1 luglio 2012 viene nominato Presidente e Amministratore Delegato di Polimeri Europa Benelux (poi diventata Versalis International sa.). A febbraio 2017 entra a far parte di Corepla come Direttore Ricerca e Sviluppo del Consorzio

Martini Dr. Stefano Martini parte del gruppo Intesa Sanpaolo dal 2006, ha consolidata esperienza nel project management a livello nazionale ed internazionale grazie anche alla precedente esperienza nella consulenza aziendale. Impegnato nell’Innovation Change Management, guida oggi il Circular Economy Lab, iniziativa strategica lanciata da Intesa Sanpaolo Innovation Center, focalizzata nel supportare la trasformazione del sistema economico italiano, accelerando la transizione verso la Circular Economy.

Borghini Dr.sa Alice Borghini, ha conseguito nel 2002 la Laurea Specialistica in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche e nel 2006 il Dottorato di Ricerca in Scienza del farmaco e delle sostanze bioattive, entrambi presso l’Università di Pisa. Ha svolto attività di ricerca universitaria sia presso la Division of Medicinal Chemistry del Leiden/Amsterdam Center for Drug Research (LACDR), Leiden University (NL), che presso il Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università di Pisa. Dal 1 ottobre 2014 è cofondatrice e parte del consiglio di amministrazione di Alidans S.r.l.

Presentazione convegno e relatori Programma e registrazione