Agricoltura biologica: ecco il nuovo decreto

Dopo il cosiddetto “decreto controlli” uscito lo scorso marzo, il decreto del MIPAAFT del 18 luglio 2018 n. 6793 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 206 del 5/9/2018) manda in pensione il 18354 del 27 novembre 2009, aggiornando le misure di applicazione dei regolamenti comunitari sull’agricoltura biologica, l’834/2007 e l’889/2008, oltre ad abrogare il 1804/99 sulle produzioni animali biologiche.

Sono importanti le novità introdotte dal decreto – entrato in vigore dal giorno successivo la pubblicazione – che va a influenzare tutte le attività dell’agricoltura biologica.
Tra i tanti argomenti trattati, il decreto prevede:
– una modifica sostanziale del concetto di avvicendamento colturale;
– nuove norme specifiche per la tracciabilità del riso biologico;
– elenco ufficiale di tipi genetici a lento accrescimento in relazione alle specie avicole;
– aggiornamento dei prodotti impiegati come corroboranti.

Attualmente ICEA, tramite Assocertbio, è in contatto col Ministero: sono stati chiesti chiarimenti per capire le priorità, le tempistiche e le azioni concrete che devono essere messe in campo da parte degli operatori.
Qui di seguito è possibile scaricare i nuovi passaggi del decreto che modificano il precedente; sono a disposizione anche le nuove linee guida per l’etichettatura.

Linee guida etichettatura Ed. 03 Rev. 01 DM n.6793 del 18/07/2018