Responsible Down Standard (RDS).

Certifica prodotti che contengono piume e piumino da allevamenti certificati.

Assicura che le piume e il piumino impiegati nei prodotti imbottiti derivano da oche e anatre allevate nel rispetto dei princìpi e dei criteri del benessere animale.

 


Cosa si certifica

Il Responsible Down Standard (RDS) è promosso a livello internazionale da Textile Exchange, prevede il rilascio di una dichiarazione ambientale verificata da parte terza che assicura che piumino e piume impiegate per elementi di imbottitura siano ottenute da uccelli acquatici (oca e anatra) o terrestri (es. pollo e tacchino) che non siano stati oggetto di trattamenti che procurino dolore, sofferenza o stress e che sia applicato e mantenuto un sistema di identificazione e tracciabilità che validi l’origine del materiale.

Possono essere certificati in accordo al RDS:

  • Piumino e piume da allevamenti responsabili che rispettano il benessere animale;
  • Prodotti Tessili che contengono almeno il 5% di piume e piumino certificato. Comunque, i prodotti finiti possono essere etichettati come Certificati RDS solo nel caso che sia certificato il 100% di piume e piumino.

Perché si certifica

Lo scopo del RDS include l’intera filiera produttiva e si estende a:
•    Allevamento degli uccelli
•    Macellazione
•    Raccolta e lavorazione delle piume (selezionatura, depolverizzazione, lavaggio a fondo, eliminazione dell’acqua in eccesso, asciugamento)
•    Produzione degli indumenti e dei manufatti tessili.


Come si certifica

L’iter di certificazione RDS è differenziato, a seconda che si riferisca a Allevamenti degli uccelli, distinti a loro volta tra aziende individuali, gruppi di piccoli allevatori e contratti di coltivazione (contratto di soccida), e Aziende Manifatturiere.

In ogni caso, l’iter di certificazione comprende le seguenti 3 fasi:

  1. Valutazione iniziale dei prodotti e del processo produttivo, che prevede tra l’altro la valutazione della composizione dei prodotti per i quali è richiesta la certificazione, nonché della conformità di materie prime e fornitori, e dell’idoneità dei prodotti chimici impiegati negli specifici processi produttivi.
  2. Verifica ispettiva in situ per accertare: l’effettiva conformità dei prodotti ai criteri RDS, la corretta organizzazione e gestione dei processi di produzione e delle procedure interne, suscettibili di compromettere la conformità del prodotto stesso, il mantenimento della catena di custodia in modo da assicurare che il materiale sia correttamente identificato e tracciabile.
  3. Emissione del Certificato di Conformità sulla base delle informazioni e dei dati raccolti nell’ambito del processo di valutazione e verifica.

Documenti e allegati

Linee guida alla certificazione Richiesta di preventivo

 


Contattaci