Normativa Brasiliana per i prodotti biologici-Brasile.

Certifica prodotti agricoli, prodotti trasformati destinati all’alimentazione umana.

Garantisce la conformità alle norme del biologico vigenti nella Federazione Brasiliana e permette l’esportazione dei prodotti biologici in Brasile.


Cosa si certifica

A partire dal 2013 la Federazione Brasiliana ha istituito un proprio sistema di controllo e certificazione e proprie regole per la produzione, commercializzazione ed etichettatura dei prodotti biologici. Tale sistema di controllo e certificazione nazionale non riconosce alcuna equivalenza con il sistema regolamento europeo, la certificazione NOP (Stati Uniti) e JAS (Giappone).

Perché si certifica

Le aziende che intendono esportare i loro prodotti biologici in Brasile devono disporre necessariamente della certificazione di conformità alla normativa brasiliana rilasciata da organismo di controllo autorizzato dal Ministério da Agricultura, Pecuária e Abastecimento (MAPA).
Per questo ICEA ha sottoscritto un accordo con IBD, ente di certificazione storico del movimento del biologico e bio-dinamico brasiliano, autorizzato dal MAPA e accreditata ai sensi della ISO 65 (EN 17065).

In virtù di questo accordo, ICEA svolge con i propri tecnici controllori l’attività ispettiva richiesta ai fini dell’ottenimento della certificazione IBD oltre che facilitare le procedure di richiesta di certificazione per gli operatori già controllati per altri schemi.
 IBD svolge la successiva attività di valutazione fino all’emissione del Certificato di conformità alla normativa brasiliana e l’approvazione delle etichette dei prodotti destinato al mercato brasiliano.

La conformità alla norma tecnica brasiliana deve essere verificata da un organismo di controllo autorizzato da IBD presso tutte le aziende della filiera di produzione, a partire alla produzione agricola primaria.

I fornitori e sub-fornitori certificati bio ai sensi del Reg. CE 834/07 da Organismi di controllo italiani che hanno sottoscritto un analogo accordo con IBD (Bioagricert, BIOS, CCPB, Ecogruppo e QCertificazioni) dovranno avvalersi degli ispettori del rispettivo organismo. In tutti gli altri casi, le verifiche ispettive IBD saranno svolte da ispettori di ICEA.

IBD Organico

Come si certifica

L’iter di certificazione si articola nelle seguenti fasi principali:

  1. Richiesta preventivo costi di certificazione e controllo compilando e inviando ad IBD e per conoscenza a ICEA, l’apposito modulo di richiesta. I costi di certificazione sono comunicata da IBD mentre ICEA formula un preventivo per i costi di ispezione sulla base del numero di operatori che compongono la filiera di produzione. Se richiesto dal capo filiera il preventivo potrà includere anche i costi delle verifiche effettuate dagli altri organismi autorizzati da IBD.
  2. Valutazione iniziale dei prodotti e del processo produttivo. L’azienda richiedente deve fornire a IBD tutti le informazioni richieste in merito alla catena di fornitura, le ricette di preparazione e le etichette dei prodotti oggetto della richiesta di certificazione.
    Verifica ispettiva in situ al fine di verificare l’effettivo rispetto dei requisiti richiesti dalla normativa brasiliana. I controlli devono essere svolti presso tutte le aziende della filiera di produzione, inclusi i terzisti, anche se sono già assoggettati al regime di controllo CE 834/07.
  3. Emissione del Certificato di Conformità da parte di IBD sulla degli esiti delle verifiche svolte da ICEA e dei documenti acquisiti dall’operatore richiedente nell’ambito del processo di valutazione e verifica. Il certificato riporta l’elenco dei prodotti certificati che possono essere esportati in Brasile.
  4. Sorveglianza annuale tramite periodiche ispezioni volte a confermare il mantenimento delle condizioni di conformità presso tutte le aziende della catena di fornitura.

 


Documenti e allegati

Norma tecnica IBD Richiesta preventivo Tariffario ispezioni IBD Richiesta servizi controllo e certificazione

 


Contattaci