Il documento contiene i principi guida a cui soci, dipendenti e collaboratori di ICEA devono attenersi, per prevenire il rischio frodi, illeciti e conflitto d’interessi nel lavoro di controllo e certificazione.

La fornitura di servizi di certificazione alle aziende che si occupano di biologico e di sostenibilità prevede il rispetto dei principi di trasparenza, indipendenza, imparzialità, terzietà e competenza, in modo da accrescere la fiducia dei fornitori e dei clienti nei confronti del prodotto e dell’azienda certificata.

La molteplicità di interessi e contesti socio-economici con cui ICEA interagisce impone l’impegno di tutti per assicurare che le attività del consorzio siano svolte nel pieno rispetto delle norme di legge, con onestà, integrità, correttezza e buona fede, in un contesto di trasparenza, di concorrenza leale, nel rispetto dei legittimi interessi di clienti, dipendenti, partner commerciali e finanziari, oltre che delle collettività con cui il Consorzio si trova ad interagire nello svolgimento delle proprie attività.

Come guida per l’attività dei suoi oltre 300 operatori* ICEA ha abbinato agli investimenti in formazione e alle competenze acquisite in quasi un ventennio di attività, la sottoscrizione di un apposito Codice Etico (approvato con delibera di CdA il 30/05/2017) che raccoglie tutti i principi e le regole comportamentali cui sono soggetti coloro che operano nel contesto aziendale.

Nella consapevolezza che un’impresa viene valutata, oltre che per la qualità dei servizi forniti ai propri Clienti, anche sulla base della sua capacità di conformarsi ai valori etici condivisi e comunque codificati da leggi e regolamenti, ICEA attraverso l’adozione di un proprio Codice Etico ha inteso:

– esplicitare e definire i principi e i valori che informano la propria attività ed i rapporti con gli Organi Sociali, il Personale ed in generale quanti collaborino con il Consorzio o abbiano rapporti con esso (es. collaboratori, fornitori, istituzioni e terzi in generale);

– formalizzare il proprio impegno a comportarsi secondo i principi di imparzialità, terzietà, indipendenza e trasparenza oltre che di integrità, lealtà e correttezza;

– indicare ai propri collaboratori i principi di comportamento, i valori e le responsabilità di cui richiede il puntuale rispetto nell’espletamento della propria attività.

L’osservanza del Codice Etico è richiesta a tutto il personale ed è un elemento di importanza fondamentale per il buon funzionamento, l’affidabilità, la reputazione di ICEA, nonché per evitare qualsiasi coinvolgimento della stessa nell’eventuale realizzazione di condotte penalmente rilevanti da parte degli Organi Sociali ovvero dei Dipendenti.

Le prescrizioni contenute nel Codice Etico sono dirette a tutelare il prestigio, la reputazione e la credibilità di ICEA nei confronti dello Stato, dell’opinione pubblica, dei consumatori e degli operatori presenti nel proprio settore di attività in generale.

Ai sensi del D.Lgs. 231/2001 sulla responsabilità delle imprese ICEA ha anche nominato apposito Organismo di Vigilanza composto da tre professionisti esterni.

Il Codice Etico è pubblicato qui 

*Riguarda i soci, gli amministratori, i dipendenti ed i collaboratori esterni, ovvero consulenti, agenti, prestatori di servizi, imprese appaltatrici.

ICEA contiene la parola “Etica” nel suo acronimo e per un assaggio dell’articolata riflessione in atto nell’istituto su etica e certificazione proponiano questo breve intervento del prof. Luciano Valle, docente di etica all’Università di Pavia.