Accanto all’attività di certificazione regolamentata a livello europeo (reg. CE 834/2007) ICEA è autorizzata dal Ministero dell’Agricoltura a certificare anche i prodotti a denominazione di origine e indicazione geografica protetta, in un’ottica di valorizzazione del prodotto e dei territori d’origine.

ICEA è inoltre in possesso di numerose autorizzazioni, riconoscimenti e accreditamenti necessari per poter operare nei principali mercati internazionali ed è quindi partner ideale per le aziende che intendono esportare prodotti in Europa e nel mondo.

ICEA si impegna da anni nello sviluppo di schemi di certificazione volontari, non contemplati dalla legislazione nazionale. In questo modo l’Istituto valorizza importanti requisiti di sostenibilità ambientale, sociale ed economica sempre più apprezzati dai
consumatori e dalle imprese.

 

Standard non regolamentati

Ristorazione biologica, per definire i requisiti minimi del servizio, le regole di controllo e informazione al consumatore, applicabili alla ristorazione;

Ristorazione e prodotti senza glutine, a garanzia che i prodotti realizzati e le preparazioni gastronomiche somministrate non presentino tracce e/o contaminazioni di glutine;

Prodotti vegetariani e prodotti vegani, permettendo alle imprese di ristorazione e a quelle che producono alimenti vegetariani e vegani Bio di certificare i propri prodotti anche come biologici, ottenendo di fatto una doppia certificazione.

 


Settori e campi di applicazione

Food

Non-Food

Responsabilità sociale d’impresa